Scuole di specializzazione in diritto sindacale, del lavoro e

Salta ai contenuti. Salta alla navigazione.

scuole di specializzazione in diritto sindacale, del lavoro e

La scuola svolge un corso della durata di anni tre. Le lezioni si svolgono nei mesi da marzo a giugno e sono di norma concentrate in uno o due pomeriggi per settimana.

Per essere ammessi a sostenere gli esami, gli iscritti dovranno aver frequentato ciascun corso in misura non inferiore ai due terzi delle ore di lezione, esercitazione e seminario in cui il corso stesso si articola.

Alla fine di ogni anno accademico lo specializzando deve sostenere un esame teorico-pratico per il passaggio all'anno di corso successivo. Gli esami finali di ogni anno sono fissati in due appelli, che si svolgeranno rispettivamente nella penultima settimana di settembre e nella prima settimana di novembre. Superato l'esame teorico-pratico dell'ultimo anno, il corso di studio della scuola si conclude con un esame finale consistente nella discussione di una dissertazione scritta su una materia del corso.

L'esito favorevole di tale prova comporta il rilascio del diploma di specialista in diritto sindacale del lavoro e della previdenza. Salta alla navigazione English Italiano. Inserire il termine di ricerca.

scuole di specializzazione in diritto sindacale, del lavoro e

Ricerca avanzata…. Info Presentazione.Il diritto del lavoro si divide in due grandi aree: il diritto sindacale ed il diritto del lavoro subordinato.

Il diritto del lavoro subordinato segue le regole del codice civile che riguardano il rapporto di lavoro subordinato, e poi tutte le regole che sono contenute nella legislazione speciale che sono intervenute. Il diritto sindacale italiano si differenzia da quello europeo per un motivo ben preciso: abbiamo una disciplina costituzionale articoli 39 e 40 che ci fornisce un modello di sindacato, di contratto collettivo e di conflitto.

Agli articoli 39 e 40 della Costituzione sono stati attuati solo in parte. La legge non dice ai datori quali sindacati possono essere controparte ed i datori hanno interesse a trattare con i sindacati rappresentativi; non essendoci una regola si parla di reciproco riconoscimento.

scuole di specializzazione in diritto sindacale, del lavoro e

Rapporto di forza, l'autonomia delle nostre relazioni industriali. Il diritto del lavoro ha come oggetto il lavoro, non nel senso generico ed omnicomprensivo di cui all'articolo 1 della Costituzione, di impiego assunto e svolto personalmente; ma nel senso particolare di lavoro subordinato, prestato. La mancata emanazione della legge sindacale prevista dall'articolo 39 comma 2 della Costituzione ha lasciato campo libero all'autoregolamentazione delle parti sociali basata sul principio del pubblico riconoscimento culminato nell'accordo interconfederale unitario del luglio Tutto questo vale per il diritto sindacale del lavoro privato, non per il diritto sindacale dell'impiego pubblico privatizzato, dove prevale l'eteroregolamentazione legislativa.

Fino alquando appare una legge limitata all'esercizio del diritto nei servizi pubblici essenziali. Il diritto sindacale si interessa inevitabilmente del quadro istituzionale, politico, sindacale, economico, sociale che fa sfondo al suo processo evolutivo, ma secondo l'orientamento classico condiviso, mantenendolo molto sullo sfondo.

Master 1° Livello in Diritto sindacale, del lavoro e contrattuale

Esso vive dentro all'ordinamento statale, ma rimane distinto ed autonomo, non senza un canale di comunicazione, costituito dai giudici dello Stato, che nel recepire nelle loro sentenze le norme collettive, le trasformerebbero in norme statali.

Le fonti del diritto del lavoro sono quelle del diritto in generale. Le fonti internazionali trovano la loro legittimazione costituzionale nell'articolo 11 della Costituzione, che. Ha una struttura tripartita. L'assenza di standard internazionali di diritti collettivi ed individuali, che siano sufficienti ed effettivi, favorisce una competizione al ribasso, dumping sociale.

Lo stesso Consiglio d'Europa nel ha adottato la Carta sociale europea, che menziona diversi diritti in materia di lavoro, in parte coincidente con quelli recepiti dalla Carta dei diritti fondamentali delll'Unione europea, Carta di Nizza. La Corte costituzionale italiana ritiene che permanga la presenza distinta di due ordinamenti, comunitario ed italiano, se pur condividendo l'esistenza del primato.

Sono fonti di diritto la giurisprudenza della Corte di Giustizia ed i principi generali di diritto. Alla Carta il Trattato di Lisbona ha riconosciuto lo stesso valore giuridico dei Trattati, con un atto dal grande valore simbolico, ma dal significato problematico: secondo il suo articolo 52 occorre distinguere fra principi da attuarsi con atti dell'UE e degli Stati membri; prendere atto del fatto che l'UE non ha competenza in materia di associazione, di sciopero e di serrata.

I regolamenti possono essere adotti dal Consiglio; dal Consiglio e dal Parlamento congiuntamente; dalla Commissione, dalla Banca centrale europea. Sono atti generali obbligatori nei confronti degli Stati membri e dei privati, con effetti giuridici che prevalgono su tutti gli ordinamenti giuridici nazionali in termini simultanei, automatici ed uniformi.

Le direttive sono presentate dalla Commissione al Consiglio ed al Parlamento europeo che le adottano; ed una volta entrate in vigore, impegnano gli Stati membri a recepirle, entro un termine da sei mesi a due anni, scaduto il quale possono essere citati della Commissione di fronte alla Corte di Giustizia, per inadempimento degli obblighi comunitari.

Normalmente pongono solo un vincolo di risultato, lasciando agli Stati ampi margini di manovra circa gli atti con cui realizzarlo. Sono prive dell'efficacia orizzontale, fra privati, tranne nel caso in cui si tratti di direttive dettagliate, dette self-executing, che pur non attuate possono acquisire rilevanza nell'ordinamento grazie all'obbligo di interpretazione conforme posto in capo ai giudici nazionali.

Cosa impossibile per l'Italia, per la perdurante mancata attuazione dell'articolo 39 comma 2 e seguenti della Costituzione, nonostante l'aspettativa sindacale espressa nel Patto di Natale del che sottoponeva a concertazione anche la trasposizione delle direttive comuntarie e la tendenza di una certa dottrina a considerare tale contrattazione estranea nell'ambito coperto dall'articolo costituzionale.

La Commissione ha il compito di promuovere la consultazione delle parti sociali a livello di Unione ed adotta ogni misura utile per facilitare il dialogo provvedendo ad un sostegno equilibrato delle parti: tale compito diventa un obbligo qualora essa intenda presentare proposte legislative in tema di politiche sociali. Il Trattato di Amsterdam del pone la premessa per un'espansione della politica legislativa regolativa; precostituisce al tempo stesso la base per quella politica cooperativa, realizzata fra istituzioni e Stati membri, sulla base di orientamenti, formulati dal Consiglio.

Bisogna arrivare al Titolo III della Parte Prima, sui rapporti economici, per ritrovare il diritto sindacale prefigurato nella nostra Carta fondamentale.

Gradient maker

Aperto da quell'articolo 35, che impegna la Repubblica alla tutela del lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni, continua con gli articoli 36, 37, 38, in materia di diritti dei singoli lavoratori subordinati, per approdare agli articoli 39 e L'articolo 39 comma 2 e seguenti cerca di conciliare il riconoscimento del pluralismo sindacale proprio del nuovo regime democratico col mantenimento del contratto di categoria efficace erga omnes caratteristico del sistema corporativo. Usa al riguardo una formula anodina, quella per cui.

Il modello previsto si collocava nell'ambito di un riconoscimento dell'iniziativa economica privata, significativamente effettuato subito dopo con l'articolo 41, peraltro accompagnato dall'esplicito divieto a. Un eco del pensiero socialista lo si ritrova, oltre che nell'articolo 3 comma 3, ma anche negli articoli 43 e Il primo legittima non solo la socializzazione effettivamente realizzata; ma anche la socializzazione di imprese che formano servizi pubblici essenziali, gestiscono fonti di energia, operano in situazioni di monopolio rimasta sulla carta.

Il secondo contempla il diritto dei lavoratori a collaborare alla gestione delle aziende, secondo una formula ispirata da un'esperienza post bellica rivoluzionaria, ma, nella sua versione anodina, tale da sottolineare una convergenza fra interessi dei datori e dei lavoratori, rimasta ostica all'esperienza sindacale italiana.

Se fino all'attuazione dell'ordinamento regionale previsto dal vecchio Titolo V della Parte seconda della Costituzione, avvenuto negli anni '70, si avevano solo leggi nazionali, dopo se ne avranno anche regionali.Possono essere iscritti alla scuola, inoltre, coloro i quali siano forniti di titoli di studio equivalenti conseguiti all'estero.

Durata: 3 anni Sedi Roma La Sapienza Teramo Macerata Scuola di specializzazione in diritto amministrativo e scienza dell'amministrazione Requisiti per l'ammissione: Alla Scuola sono ammessi i laureati in Giurisprudenza ed in Scienze Politiche. Durata: 2 anni Sedi Milano Scuola di specializzazione in diritto ecclesiastico e canonico Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati dei corsi di laurea in giurisprudenza, scienza dell'amministrazione e scienze politiche.

Durata: 3 anni Sedi Napoli Scuola di specializzazione in diritto commerciale Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche. Durata: 2 anni Sedi Napoli Scuola di specializzazione in istituzioni regionali Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche.

Durata: 2 anni Sedi Napoli Scuola di specializzazione in diritto delle regioni e degli enti locali Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla Scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche. La Scuola contribuisce anche alla formazione di studiosi della materia nel ramo dell'economia e del diritto dei trasporti. Durata: 2 anni Sedi Palermo Scuola di specializzazione in Autonomie Costituzionali Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati dei corsi di laurea delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche.

Durata: 2 anni Scuola di Specializzazione in Comparazione Giuridica su Base Romanistica Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati dei corsi di laurea in giurisprudenza e scienze dell'amministrazione. Durata: 2 anni Scuola di Specializzazione in Diritto Bancario e Finanziario Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati in economia, giurisprudenza e scienze bancarie ed assicurative, scienze economiche e bancarie e scienze politiche.

Durata: 3 anni Scuola di Specializzazione in Diritto degli Scambi Transnazionali Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche.

La scuola ha il compito di formare specialisti nel settore professionale del diritto degli scambi transnazionali, fornendo adeguate conoscenze di metodi e di contenuti scientifici volti alle attivita' giuridiche concernenti gli scambi transnazionali.

Aslog kasad

Durata: 2 anni Sedi Bari Scuola di Specializzazione in Diritto e Gestione dell'Ambiente Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche e dei laureati in scienze ambientali e conservazione dei beni culturali. Durata: 2 anni Sedi Teramo Scuola di Specializzazione in Diritto Internazionale Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche.

Durata: 3 anni Scuola di Specializzazione in Discipline del Lavoro Sedi Parma Scuola di specializzazione in Discipline Giuridiche-Processuali Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati in giurisprudenza.

Durata: 3 anni Sedi: Catania Scuola di Specializzazione in Informatica giuridica e Diritto dell'informazione Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza e scienze politiche. Durata: 2 anni Scuola di Specializzazione in Metodi e tecniche per la formazione e l'attuazione delle leggi Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati delle facolta' di economia, giurisprudenza, scienze politiche e sociologia.

La scuola ha il compito di offrire conoscenze specifiche e professionali sui metodi e sulle tecniche di formazione ed attuazione della normazione, con particolare attenzione alla valutazione dell'impatto giuridico, istituzionale e socio-economico della normazione interna e comunitaria.

Awk sum rows

Durata: 2 anni Sedi: Bari Scuola di Specializzazione in Sicurezza sociale Requisiti per l'ammissione: Sono ammessi al concorso per ottenere l'iscrizione alla scuola i laureati della facolta' di economia giurisprudenza, scienze politiche, scienze statistiche e attuariali e sociologia.

Durata: 2 anni Sedi: Catania.Docente Andrea Lassandari. Crediti formativi Lingua di insegnamento Italiano. Corso Giurisprudenza. Lezioni online. Insegnamenti online - IOL. Il potere direttivo, di controllo, lo Jus variandiil potere di trasferire ed il distacco, il potere disciplinare. Quanto alla disciplina del rapporto individuale, si consiglia uno dei testi di seguito indicati, scelto a propria discrezione:. Carinci, R. De Luca Tamajo, P.

Tosi, T. Quanto alla disciplina del diritto sindacale, si consiglia uno dei testi di seguito indicati, scelto a propria discrezione:. Roccella, T. Carinci, A. I contratti collettivi possono essere reperiti anche sul web, ad es. Gli studenti potranno sostenere l'esame solo dopo aver superato gli esami di Diritto privato e Diritto costituzionale. Pizzoferrato, Diritto del lavoro dell'Unione europeaGiappichelli, Torino, In caso i crediti da acquisire fossero inferiori a 6, saranno concordati specifici programmi d'esame.

Consulta il sito web di Andrea Lassandari. Consulta il sito web di Federico Martelloni. Cerca Cerca Chiudi. Persone Strutture Chiudi. La mia e-mail Studenti La mia e-mail Personale Chiudi. Facebook Twitter Linkedin Invia ad un amico. Iscrizioni, trasferimenti e laurea Lauree e Lauree Magistrali Insegnamenti Master universitari Dottorati di ricerca Scuole di specializzazione Corsi di alta formazione Summer e winter school Education progetti internazionali Formazione insegnanti Innovazione didattica.

Cerca insegnamenti. Introduzione al corso: a. Diritto del mercato del lavoro: a. Diritto sindacale: a. Diritto dei rapporti individuali di lavoro: a. Il potere direttivo, di controllo, lo Jus variandiil potere di trasferire ed il distacco, il potere disciplinare; p. Quanto alla disciplina del rapporto individuale, si consiglia uno dei testi di seguito indicati, scelto a propria discrezione: F. Quanto alla disciplina del diritto sindacale, si consiglia uno dei testi di seguito indicati, scelto a propria discrezione: M.

Giugni, Diritto sindacale, Cacucci. Programmi diversi possono essere comunque individuati, in presenza di richiesta degli studenti. Gli studenti Erasmus potranno rivolgersi al Docente al fine di individuare gli opportuni adattamenti del programma rispetto a quanto previsto dai loro learning agreement.Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.

La Scuola ottiene subito il patrocinio del Consiglio Nazionale Forense. Si tratta di una Scuola di Alta Formazione, riservata agli avvocati, con lo scopo di approfondire la conoscenza delle materie del diritto del lavoro, diritto sindacale, diritto previdenziale e diritto processuale del lavoro.

Nel settembre parte il secondo biennio della Scuola: le domande di partecipazione sono il triplo dei posti disponibili. Il terzo biennio di corso inizia nel settembre e vede la partecipazione di 7 sedi stabilmente collegate tra loro in videoconferenza Milano, Roma, Torino, Firenze, Padova, Bologna, Reggio Emiliaper un totale complessivo di allievi.

Al termine del corso si svolgono gli esami finali con il superamento degli stessi da parte di 89 avvocati. Nel marzo si svolgeranno gli esami finali del corso. Renato Oscar Scorcelli, e i cui membri sono gli avv. Franco Scarpelli, i cui membri sono gli Avv.

Tmorph bfa

Giovanna Pacchiana Parravicini, il prof. Giorgio Fontana e il Prof. Riccardo Del Punta. Menu di navigazione. Clicca su questo link per iscriverti. Necessita del login Se non sei socio Agi, clicca su questo link per iscriverti. Infomativa Allievi. Informativa Docenti. Infomativa Relatori.Invero, le Sezioni Unite di questa Corte sentenza 17 aprilen.

Successivamente, Cass. Alle cui motivazioni si fa rinvio. Tale orientamento — sviluppatosi sulla base di Cass. SU 14 aprilen.

SU 16 marzon. Come efficacemente chiarito da Cass. In altri termini, il nuovo ordinamento delle scuole universitarie di specializzazione in medicina e chirurgia, introdotto con il decreto legislativo n.

Diverso orientamento risulta essere seguito da Cass. Il dissenso interno alla giurisprudenza di questa Corte ha dato luogo alla rimessione della questione alle Sezioni Unite, le quali, con ordinanza interlocutoria 21 novembren. Con sentenza 2. Da ultimo, anche Cass. La Direttiva CEE n. Il nuovo ordinamento delle scuole universitarie di specializzazione in medicina e chirurgia introdotto con il decreto legislativo n. Alla stregua di quanto esposto, la censura, avente ad oggetto -si ribadisce- la situazione di iscritti ai corsi di specializzazione negli anni accademici successivi al ed anteriori al e, quindi, estranea alle problematiche relative agli iscritti nel periodo tra gli anni e di cui alla sentenza della CGUE -VIII Sezione- del Ed infatti, questa sentenza — in esito a critica ricognizione del quadro normativo in materia di c.

VI — 3, 14 marzon. III, 28 giugnon. III, 27 febbraion. III, 14 maggion. III, 24 maggion. SU 31 luglion. SU 27 novembren. In caso di omessa o tardiva trasposizione da parte del legislatore italiano nel termine prescritto delle direttive comunitarie nella specie, le direttive nr. Nei confronti di costoro, pertanto, la prescrizione decennale della pretesa risarcitoria comincia a decorrere dal 27 ottobredata di entrata in vigore del menzionato art. Questa Corte cfr. Con il D.

Questa Corte ha infatti ormai ampiamente chiarito Cass. Pubblico impiego — Medici specializzandi.

00224 - DIRITTO DEL LAVORO

Rimani aggiornato. Ricevi le pronunce della Corte nella tua casella email.Il corso mira a fornire gli elementi essenziali di conoscenza e comprensione del diritto del lavoro. Il quadro di riferimento costituzionale. Le forme di rappresentanza dei lavoratori a livello aziendale, i diritti sindacali e la repressione delle condotte antisindacali nello statuto dei lavoratori.

Il contratto collettivo e il suo regime giuridico nel settore privato e nel pubblico impiego. Lo sciopero, con particolare riguardo ai servizi pubblici essenziali.

Giurisprudenza - che lavoro posso fare?

La serrata. La nozione di subordinazione quale fattispecie centrale del diritto del lavoro. La distinzione tra i rapporti di lavoro subordinato, autonomo, parasubordinato. Contenuto, vicende ed estinzione del rapporto di lavoro subordinato in particolare: obblighi delle parti e poteri del datore di lavoro, mansioni e qualifica del lavoratore, la sospensione del rapporto di lavoro, i licenziamenti individuali, i licenziamenti collettivi, il trasferimento di azienda, le garanzie dei diritti dei lavoratori.

Diritto del lavoro. Dettagli Allegati Docenti Tipo File. Insegnamenti Corso di laurea. Per la parte di Diritto sindacale: - M. Per la parte del rapporto individuale di lavoro: - M. Gli studenti dovranno conoscere, oltre alle norme costituzionali e codicistiche in materia di lavoro, le principali leggi speciali.


thoughts on “Scuole di specializzazione in diritto sindacale, del lavoro e

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *